Escursione sul Monte Ceva

Escursione naturalistica nella più straordinaria oasi botanica dei Colli Euganei. L'esplorazione del comprensorio del monte Ceva permette di scoprire le piante della macchia mediterranea e di immergersi in una natura lussureggiante che evoca ambienti quasi esotici.

Le guide naturalistiche illustreranno lungo il percorso la varietà e le caratteristiche della flora e spiegheranno la particolare conformazione geologica del monte Ceva, che consente il verificarsi dell'eccezionale fenomeno dell'inversione del campo magnetico.

Programma:

h 9,30 ritrovo a Battaglia Terme presso l'area di sosta di via Montenovo

h 9,45 partenza per l'escursione

h 12,00 sosta lungo il percorso per il pranzo al sacco

h 15,00 arrivo al punto di partenza e fine escursione

 

Per chi vuole, alle h 16,00 c'è anche la visita guidata al Museo della Navigazione interna (facoltativa, € 4 a persona)

 

 

Maggiori informazioni...

 

Ritrovo: alle ore 9,30 presso l'area di sosta di via Montenovo a Battaglia Terme (vedi Google Maps - GPS 45.291977,11.774376)

     

Dislivello: (positivo) 370 mt circa. 

Lunghezza: circa 7 km.

Difficoltà: media, a tratti impegnativa (è obbligatorio indossare scarponcini da trekking e pantaloni lunghi)

 

Contributo di partecipazione: € 5, gratuito per soci Alicorno e bambini <12 anni.

 

Info e prenotazioni: si consiglia la prenotazione cell. 346 4282774 oppure info.alicorno@yahoo.it

 

 

In caso di maltempo l'escursione verrà rinviata alla domenica successiva. 

 

N.B: l'attività è aperta a tutti, si raccomanda di indossare calzature e abbigliamento adeguati. L'associazione declina ogni responsabilità per eventuali incidenti o danni a persone, cose o animali.

 

Descrizione percorso

 

L'itinerario si snoda lungo le pendici boscose del monte Croce, sul crinale del monte Spinefrasse fino alle vette rocciose del monte Ceva. L'area è vero scrigno di biodiversità: quasi 1000 specie vegetali (circa un sesto della flora italiana) convivono in un unico ambiente caratterizzato da elementi della macchia mediterranea e relitti glaciali.

Per la sua ricchezza ed unicità botanica, la Comunità Europea ha inserito questo sito fra quelli di Natura 2000. Qui è possibile ammirare l'Erica arborea, l'Agave americana e l'Opuntia compressa (fico d'India nano), ma anche il Sempervivum arachnoideum (Semprevivo ragnateloso). Queste specie abituate a vivere in ambienti diversissimi - aridi e caldi le prime e freddi il secondo -  riescono a crescere spontaneamente nello stesso ambiente grazie alle eccezionali caratteristiche geologiche del monte Ceva, i cui ripidi versanti rocciosi di origine vulcanica costituiscono una sorta di “isola mediterranea" nel cuore della pianura padana.

Giunti in cima, sarà possibile verificare la manifestazione dell'eccezionale fenomeno del polo magnetico invertito, collegato alla particolare formazione rocciosa del monte. Lungo il percorso è prevista la sosta per il pranzo al sacco.

L'escursione consente di ammirare panorami mozzafiato, ma alcuni brevi tratti risultano piuttosto scoscesi e alcuni metri prima della cima è stata installata una corda di sicurezza per agevolare la salita.

 

Informazioni pratiche:

 

L'attività richiede un minimo di allenamento e l'uso di calzature adeguate (scarponcini da trekking o scarpe da ginnastica con suola antiscivolo).

Si raccomanda di indossare pantaloni lunghi per evitare che le spine dei cespugli possano graffiare le gambe e di portare con sè un'adeguata scorta di acqua (in caso bel tempo il sentiero è piuttosto caldo e assolato).

Chi possiede una bussola la porti, sarà utile per verificare il magnetismo sulla cima del monte.

Galleria fotografica

Scrivi commento

Commenti: 0